Conosci Abeera Noor

Conosci Abeera Noor

"Sapeva che una cura in grado di guarire sua figlia esisteva da qualche parte là fuori nel mondo, ma non c'era nulla che potesse fare per aiutare la bambina proprio lì davanti a lui".


Jawad, un giovane uomo e gran lavoratore, e sua moglie Sabahat hanno atteso con ansia la nascita del loro terzo figlio. Abeera Noor, una bambina apparentemente sana, si è unita alla famiglia il 28 ottobre del 2009.

È stato solamente tre mesi dopo che Jawad e Sabahat hanno iniziato a notare che qualcosa non andava nella loro bambina. Dopo una visita al loro medico locale, Jawad e Sabahat hanno appreso che la figlia aveva una malattia genetica del sangue, nota come talassemia major.

Rifiutando di accettare la vita di sofferenze e battaglie che la malattia avrebbe causato alla loro figlia, il padre di Abeera ha iniziato a consultare tutti i medici che ha potuto. Nel frattempo, la piccola Abeera riceveva trasfusioni di sangue mensili volte a tenerla in vita, dal momento che la talassemia non le permetteva di produrre da sola globuli rossi sani.

Durante una delle visite mediche, Jaward ha scoperto che la talassemia può essere curata con una procedura nota come "trapianto di midollo osseo".

Era euforico; assolutamente euforico! Sua figlia aveva ancora la possibilità di vivere una vita sana.

Tuttavia, la sua euforia si è trasformata rapidamente in frustrazione, e poi in disperazione, quando è venuto a sapere che i trapianti di midollo osseo non erano disponibili nel suo paese e che nei paesi dove venivano realizzati potevano arrivare a costare 200.000$. Sapeva che una cura in grado di guarire sua figlia esisteva da qualche parte là fuori nel mondo, ma non c'era nulla che potesse fare per aiutare la bambina proprio lì davanti a lui.

È stato allora che Jawad è venuto a conoscenza del centro di cura e prevenzione STOP Talassemia di Cure2Children a Islamabad, che aveva aperto alla fine del 2008.

Quando Jawad è venuto al centro Cure2Children (C2C), per la prima volta ha avvertito un senso di speranza. Qui infatti ha trovato uno staff che ha lavorato con lui per valutare tutte le opzioni possibili. Sfortunatamente, anche il trapianto di midollo osseo offerto da Cure2Children aveva un prezzo troppo alto per Jawad.

Per questo motivo la Dott.ssa Dr. Sadaf, responsabile locale C2C, ha proposto che fosse l'organizzazione ad assorbire i costi dello staff medico e del personale necessari per eseguire la procedura. Jawad e la sua famiglia avrebbero solo dovuto coprire il costo dei farmaci essenziali per la figlia. Hanno così deciso di andare avanti con il trapianto di midollo osseo e Abeera è stata ricoverato il 9 ottobre del 2012, poche settimane prima del suo terzo compleanno.

Abeera è stata sottoposta a dieci giorni di chemioterapia prima del trapianto di midollo osseo con l'obbiettivo di diminuira le possibilità che il suo corpo potesse rigettare il midollo osseo estraneo. Jawad e Sabahat, la mamma di Abeera, erano molto nervosi durante il primo giorno di chemioterapia della figlia. Si preoccupavano continuamente che i medici stessero prestando sufficiente attenzione alla loro bambina, o che tutto procedesse senza intoppi. È stato un periodo molto difficile per loro. Dopo dieci giorni, Abeera Noor ha ricevuto un trapianto del midollo osseo della sorella maggiore ed è rimasta ricoverata, con la sua mamma, per i successivi trenta giorni.

Abeera adesso ha 3 anni e mezzo e festeggerà il suo quarto compleanno questo ottobre, come una bambina sana e libera dalla talassemia. I suoi genitori non devono più preoccuparsi di pagare le trasfusioni di sangue mensili, né devono preoccuparsi se Abeera sarà in grado di crescere.