Conosci Rameen

Conosci Rameen

Rameen è nata nel maggio 2015 e sin dalla nascita la sua salute ha continuato a peggiorare.In due mesi divenne molto pallida e febbricitante. Abbiamo visitato l'ospedale militare combinato (CMH) di Rawalpindi e dopo le indagini a Rameen è stata diagnosticata la talassemia. I medici ci hanno detto che sarà sottoposta a trasfusioni di sangue regolari. Era la nostra primogenita e naturalmente è stato molto doloroso per noi vederla soffrire. Abbiamo consultato anche altri medici, ma la diagnosi è stata la stessa. Ha avuto la sua prima trasfusione di sangue all'età di tre mesi, è continuata ogni 25 giorni. È stato molto difficile per noi perché vivevamo a Dera Ghazi Khan e non c'era un centro adeguato per le trasfusioni di sangue e dovevamo trasfondere nostra figlia a casa. Non siamo stati in grado di permetterci anche un ricovero adeguato. Avevamo problemi a trovare e sistemare il sangue. Abbiamo cercato il trapianto di midollo osseo in Pakistan e abbiamo visitato l'AFBMTC. Ci hanno indirizzati al Dr Akbar Niazi Teaching Hospital, Bhara Kahu Islamabad. Abbiamo visitato l'ospedale e registrato nostro figlio. Hanno prelevato campioni HLA di tutta la famiglia. In poche settimane siamo stati informati che Rameen ha una compatibilità HLA del 100% con sua madre. Nel frattempo abbiamo anche visitato il BMT ad ANTH e ne siamo rimasti soddisfatti. Poi nel 2020 il Covid-19 ha colpito il Pakistan e abbiamo dovuto aspettare 6 mesi. Più tardi nell'anno siamo stati chiamati per il lavoro preliminare per BMT. Abbiamo anche chiesto sostegno finanziario al governo del Punjab. Rameen è stato ricoverato in ospedale nell'ottobre 2020. La chemioterapia è stata avviata. Era un momento difficile per noi e per la nostra bambina. La chemioterapia in sé non è facile e Rameen aveva difficoltà a trattare anche la sua linea venosa centrale. Il suo trapianto è stato eseguito a novembre 2020 e tutto è andato bene. Dopo 20 giorni di trapianto il suo stato di attecchimento è stato controllato e siamo stati informati che il trapianto di Rameen ha avuto successo. Non possiamo spiegare la nostra felicità a parole. Per grazia di Dio, nostra figlia ha avuto un trapianto riuscito senza complicazioni. Non deve più sottoporsi a trasfusioni mensili. Siamo grati alla Fondazione Cure2Children e al team BMT di ANTH Islamabad. Senza il loro coraggio e il loro sostegno questo non sarebbe possibile. Muhammed Shakeel padre di Rameen